Porta Uzeda

Porta Uzeda

La Porta Uzeda di Catania assume il nome della nobile casata di un viceré di Sicilia, ossia di uno dei reggenti dei sovrani spagnoli che governarono l’isola tra il 1412 e il 1830.

Leggi tutto

Museo Diocesano

Il Museo Diocesano di Catania rappresenta in buona parte il museo della Cattedrale e della sede vescovile medesima, poiché ne custodisce tutto l’arredo mobile storico. Le opere di provenienza diocesana acquisite al museo riguardano prevalentemente vicende e momenti della vita di alcune chiese, regolari e secolari, del territorio.

Problematiche di conservazione, tutela, allestimento, ma anche di congruenza artistica, hanno imposto una suddivisione tipologica per categorie (argenti, paramenti, sculture, dipinti etc.) che presentano esigenze espositive analoghe ma al tempo stesso problematiche artistiche, funzionali e liturgiche affini fra loro.

Il museo è suddiviso in due sezioni: la prima, dedicata agli arredi liturgici della Cattedrale, si snoda nelle sale del secondo piano e si conclude al piano successivo nella cappella; la seconda, che accoglie gli arredi di altre chiese della città e della diocesi, si svolge nelle sale del terzo e del quarto piano.

Il percorso si conclude infine nelle terrazze panoramiche dalle quali è possibile ammirare dall’alto la città barocca.

Chiesa di San Nicolò

Nel 1669 la struttura soffrì dell'eruzione etnea che colpì il versante occidentale della città, penetrando dalle porte civiche e colpendone i bastioni, tra cui il Bastione del Tindaro, divenuto di proprietà dei benedettini. La chiesa venne ricostruita più a sud del sito originario, a breve distanza dal limite della colata a partire dal 1687 su progetto dell'architetto romano Giovanni Battista Contini (1641-1723).

Leggi tutto

Monastero dei Benedettini

L'edificio viene fondato dai monaci cassinesi nel 1558. Il primo impianto, nasceva a forma quadrata con un chiostro interno definito dei  “Marmi” (ridefinito in seguito Chiostro di Ponente), per via della presenza del pregiato marmo di Carrara nell’elegante colonnato seicentesco, nella fontana quadrilobata posta al centro e dei decori rinascimentali che ne addolcivano maggiormente l’aspetto.

Leggi tutto

Orto Botanico

L'Orto Botanico di Catania fu istituito dal monaco benedettino Francesco Tornabene Roccaforte, nominato titolare della cattedra di Botanica nel 1843.

Leggi tutto

Spiaggia di Marina di Cottone

Questa affascinante località si contraddistingue per un panorama selvaggio e molto naturale dove l’acqua turchese a volte può essere molto fredda, grazie alle correnti del suo immissario,  Fiumefreddo,  che scorre dalle cime innevate del Vulcano Etna.

Leggi tutto

Spiaggia di San Marco

La spiaggia fa parte della costa meridionale della foce del fiume Alcantara. E' in parte fatta di sabbia e in parte da ghiaia, e interamente circondata da boschi di acacia ed eucalipto. Grazie al suo ambiente naturale è il ideale per nuotare la mattina presto in acque calde e piacevoli, godendo di un panorama d’eccezione come l’Etna e la costa dell’isola.

Leggi tutto

Museo Giovanni Verga

Una delle attrazioni più interessanti del museo, che è edificato nella casa natale dello scrittore, è la biblioteca in noce, che conserva quasi 2.600 libri di autori del calibro di Deledda, Marinetti, o scrittori russi e francesi come Dostoevskij, Tolstoj, Flaubert, Maupassant e Dumas.

Leggi tutto