Chiesa di San Gaetano alle Grotte

La prima Chiesa!

La prima chiesa, secondo le testimonianze storiche, fu edificata nel 262 o nel III secolo in una grotta lavica già usata come cisterna, e dedicata a Santa Maria. Il tempio si ingrandì con molta probabilità nel VII secolo, e forse in questo periodo sorse l'apogea chiesa di San Gaetano, a quel tempo forse intitolata Santa Maria La Grotta.

Nell'VIII secolo, con la conquista musulmana della Sicilia, la chiesa superiore venne demolita o, verosimilmente abbandonata. Con l'avvento dei Normanni la chiesa fu restaurata e forse a questo periodo risalgono le grosse colonne del presbiterio, mentre venne ridimensionato l'accesso alla chiesa sotterranea, che diventò così la cripta per il tempio superiore, mediante la costruzione di una ripida scalinata in pietra lavica.

Leggi tutto

Chiesa di San Domenico

Inizialmente la Chiesa di San Domenico era annessa al convento dei domenicani e venne edificata nel 1313. Nel 1405 il convento venne demolito e i frati ottennero in cambio un edificio vicino alla Rotonda con annessa la chiesa di Santa Maria la Grande e sul sito attuale venne costruito il convento per la comunità religiosa. Il terremoto del Val di Noto del 1693, che distrusse Catania, rese impraticabili sia il convento che la chiesa.

La facciata, edificata su due ordini, è situata su piazza San Domenico ed ai suoi piedi è presente un'ampia gradinata contornata da un'artistica cancellata in ferro battuto.

Il portale d'accesso è attorniato da due colonne e sull'architrave si trova una statua calcarea del beato Bernardo Scammacca, realizzata dallo scultore Epifanio Licata.

Chiesa di San Benedetto

La Chiesa di San Benedetto è stata costruita nel XVIII secolo ed è situata in via dei Crociferi, dove è stata edificata tra il 1704 e il 1713, in memoria di san Benedetto da Norcia.

La struttura è celebre soprattutto per la scalinata dell'Angelo, uno scalone marmoreo di ingresso, che raffigura alcuni angeli. La scalinata è cinta da una bellissima cancellata in ferro battuto. La porta d'ingresso è in legno e sulle formelle sono riportate scene della vita di san Benedetto. La chiesa fa parte del complesso conventuale delle suore benedettine che comprende anche la badia maggiore e la badia minore collegate da un ponte coperto che sovrappassa la via dei Crociferi.

Leggi tutto